glossario muffa

Il Glossario dell’agricoltura – Muffe e marciumi

Non solo insetti e acari, ma anche muffe e marciumi: questi sintomi di agenti patogeni delle piante e delle colture agrarie saranno oggetto del nostro glossario del mese.

Cosa sono e come si diffondono? Scopriamolo insieme.

Marciume

Disfacimento dei tessuti della pianta generata dalla presenza di microorganismi per lo più di natura fungina o batterica.

Per estensione, nome comune della malattia causata dall’agente infettante. Tra le più note:

Marciume bianco dell’uva, causato da un fungo (Coniella diplodiella) che si insinua negli acini attraverso spaccature create, per esempio, dalla grandine;

Marciume nero dell’uva, provocato da Guignardia bidwellii che causa raggrinzimento degli acini e marcescenza in presenza di clima umido;

Marciumi del colletto, localizzati all’interserzione tra fusto e radici, possono interessare differenti colture sia orticole che frutticole e sono generalmente causati da funghi appartenenti ai generi Phytophtora e Pythium.

Micète

In botanica sinonimo di fungo. Organismo eterotrofo composto da un corpo vegetativo detto micelio e costituito da ife, che si riproduce attraverso spore e che trae nutrimento da altri organismi viventi (parassita) o in via di decomposizione (saprofita). I funghi di natura patogena sono responsabili di svariate malattie delle piante, ciascuna con manifestazioni tipiche del micete.

Muffa

Nome generico attribuito a funghi che ricoprono le superfici vegetali con il proprio micelio che assume colorazioni differenti in base alla famiglia di appartenenza: le verdi o grigio-verdi sono per lo più Moniliacee e Aspergillacee, quelle bianche invece Ficomiceti.

Esempio tipico è la Botrytis cinerea che sviluppa sugli acini e tessuti erbacei della vite una caratteristica muffa grigia.

Oìdi

Malattie causate da funghi ectoparassiti della famiglia delle Erysiphaceae note più spesso con il nome di Mal Bianco a causa del feltro di aspetto polverulento e colore bianco che ricopre le foglie delle piante colpite (per es. Mal bianco della Vite, del Melo, delle Cucurbitacee…).

Peronospora

Malattia causata da funghi parassiti tra i più dannosi, diffusi ed economicamente rilevanti colpendo varie colture quali vite, pomodoro e patata.

Tra i sintomi caratteristici della Plasmopara viticola, agente della Peronopsora della Vite, vi è la comparsa sulla pagina inferiore delle foglie di una muffa di colore biancastro costituita dagli sporangi (strutture in cui si formano le spore).

Ruggine

Termine che indica una grave malattia del grano nota sin dall’antichità e causata da almeno tre specie differenti di funghi, che si differenziano per il colore delle spore. La più temibile probabilmente è la ruggine nera causata da Puccinia graminis. Altre specie fungine causano ruggine in numerose colture orticole, ornamentali e piante spontanee.

Saprofito

Si definisce così un organismo eterotrofo che si ciba di sostanze organiche in decomposizione. Appartengono a questo gruppo i batteri che determinano la putrefazione, le muffe, i lieviti, i funghi che si contraddistinguono per la scomposizione del legno e degli organismi vegetali e animali morti, nonché i funghi superiori dei boschi.