glossario agricoltura

Il Glossario dell’agricoltura – Gli Agrofarmaci

Ogni mese un articolo dedicato alle parole specifiche di un settore dell’agricoltura, ogni mese un glossario per essere in grado di approfondire i temi dell’agricoltura. Iniziamo con il fare chiarezza su una decina di lemmi che troverete ricorrere più volte in questo blog, quelli dedicati nello specifico al settore degli agrofarmaci.

Agrofarmaco: comp. di agro dal latino “ager, agri” = campo e farmaco, sostanza capace di provocare nell’organismo umano e animale modificazioni funzionali mediante un’azione chimica o fisica nel senso comune di medicamento o rimedio. Termine coniato per definire in modo immediatamente comprensibile e univoco il prodotto chimico usato per la cura delle malattie delle piante in agricoltura. Largamente utilizzato da quotidiani, radio, tv, new media come sinonimo di fitofarmaco, prodotto fitosanitario e pesticida.

Antiparassitario: dal greco “antì” = contro e “parásitos” = commensale. Sostanza utilizzata per combattere i parassiti delle piante.

Feromone: nome di sostanze secrete dagli insetti che non agiscono sull’insetto che la secerne, ma su altri della stessa specie sui quali esercitano la funzione di messaggeri chimici, influenzando l’accoppiamento, lo sviluppo, l’accrescimento.

Fitofarmaco: dal greco “phitón” = pianta e “phármacon” = medicamento. Prodotto chimico usato per la cura delle malattie delle piante e per combattere i loro nemici naturali, i parassiti.

Fitoregolatore: composto organico sintetico, non nutritivo, che in piccole dosi promuove, inibisce o comunque modifica determinati processi fisiologici delle piante, agendo in luoghi diversi da quelli di applicazione.

Fumigante: prodotto che distribuito in ambienti o nel terreno da luogo alla formazione di vapori nocivi per i parassiti presenti in loco.

Nematocida: sostanza usata per distruggere le forme nocive di Nematodi, tipo di invertebrati vermiformi, parassiti di vegetali e animali.

Parassita: qualunque organismo animale o vegetale che viva a spese di un altro.

Pesticida: dall’inglese “pest” = peste, pianta o animale dannoso e dal latino “caedĕre” = tagliare a pezzi. Sostanza capace di distruggere gli organismi nocivi alle colture agricole.

Presidio fitosanitario: complesso delle strutture a cui sono affidate la difesa e la protezione delle piante utili e dei loro prodotti.

Prodotti fitosanitari: dal greco “phitón” = pianta e dal latino “sanus” = sano.
Ai sensi del D.Lgs. 17/3/1995, n. 194, art. 2 – lett. a), si intendono per prodotti fitosanitari le sostanze attive ed i preparati contenenti una o più sostanze attive, presenti nella forma in cui sono forniti all’utilizzatore e destinati a:

1) proteggere i vegetali o i prodotti vegetali da tutti gli organismi nocivi o a prevenirne gli effetti;

2) favorire o regolare i processi vitali dei vegetali, con esclusione dei fertilizzanti;

3) conservare i prodotti vegetali, con esclusione dei conservanti disciplinati da particolari disposizioni;

4) eliminare le piante indesiderate; 5) eliminare parti di vegetali, frenare o evitare un loro indesiderato accrescimento.

Fonte: Il Dizionario della lingua Italiana Giacomo Devoto Giancarlo Oli